INFEZIONI DELLE VIE URINARIE

Infezione delle Vie Urinarie (IVU)

Fastidiose e dolorose.


Le origini delle Infezioni delle Vie Urinarie.


Un’infezione in un punto qualsiasi del tratto urinario è chiamata infezione delle vie urinarie (IVU) e può verificarsi nei bambini come negli adulti.

Le IVU sono generalmente classificate come superiori o inferiori in base al segmento in cui si verificano lungo il tratto urinario:

  • Infezioni del tratto superiore: Infezioni dei reni (pielonefrite) e possono colpire uno o entrambi gli organi.
  • Infezioni del tratto inferiore: Infezioni della vescica (cistite).
    Alcuni medici considerano anche le infezioni dell’uretra (uretrite) e della prostata (prostatite) come infezioni del tratto inferiore.

Quindi se il vostro punto debole è la vescica, se tendete a bere poco e a mangiare troppa carne, soprattutto durante il cambio di stagione, quando le difese immunitarie tendono ad essere più basse, e indossate indumenti sintetici, ecco che il problema potrebbe manifestarsi.

CAUSE E FATTORI DI RISCHIO

I microrganismi responsabili dell’infezione vescicale, di solito, penetrano attraverso la via ematica, di solito con interessamento dei reni oppure, ed è quella di gran lunga più frequente, tramite l’estremità inferiore delle vie urinarie, cioè l’uretra.

L’infezione risale dall’uretra verso la vescica, arrivando talvolta ai reni, o più sporadicamente colpendo entrambi.

Le donne sono più soggette alle infezioni vescicali rispetto agli uomini.
L’uretra della donna è più corta e più vicina all’esterno, e ciò facilita l’entrata dei batteri nella vescica.

Le probabilità di incorrere in una cistite, sia per le donne sia per gli uomini, aumentano se siamo in presenza di:

  • Diabete;
  • Una compromissione del sistema immunitario;
  • Un’ostruzione nella libera uscita dell’urina, come ad esempio un calcolo vescicale o un restringimento dell’uretra;
  • Un catetere urinario (un tubicino flessibile di plastica che viene inserito nell’uretra per drenare l’urina);
  • Una procedura in cui il medico inserisce degli strumenti chirurgici nell’uretra.

Nelle donne, anche altri fattori aumentano le probabilità di un’infezione vescicale, come:

  • Recidive, avere avuto altre infezioni vescicali, soprattutto se comparse già in giovane età;
  • Gravidanza;
  • Menopausa, a causa delle variazioni dei livelli ormonali e all’assottigliamento dei tessuti attorno all’uretra;
  • L’utilizzo di dispositivi anticoncezionali meccanici o chimici.

Le IVU sono quasi sempre di natura batterica almeno nell’85% dei casi, sebbene sia possibile un’infezione da virus, funghi e parassiti.
Tuttavia, normalmente, i batteri che penetrano nelle vie urinarie sono allontanati dal flusso urinario durante lo svuotamento vescicale.

Virus

Il virus herpes simplex di tipo 2 (HSV-2) può infettare l’uretra e causare un’infezione delle vie urinarie, con dolore e difficoltà allo svuotamento vescicale. Altre IVU di origine virale a carico della vescica e dei reni solitamente non insorgono a meno che il sistema immunitario del soggetto non sia compromesso.

Miceti

Alcune famiglie di funghi o lieviti possono innescare una infezione delle vie urinarie e viene denominata infezione da lievito.
La Candidainfetta spesso soggetti immunodepressi o con un catetere posizionato in vescica. I funghi e i batteri possono infettare i reni contemporaneamente.

Parassiti

Molti parassiti possono infettare le vie urinarie. Ad esempio la tricomoniasi, causata da un tipo di parassiti microscopici; la schistosomiasi che può interessare reni, ureteri e vescica; la filariosi, un’infezione da ossiuri, che ostruisce i vasi linfatici.

Batteri

Nel soggetto sano, l’urina presente nella vescica è sterile e non contiene batteri né altri microrganismi. Il dotto che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno (uretra) non contiene batteri o li contiene in quantità troppo modesta per causare un’infezione.

Escherichia coli è il batterio più diffuso causa delle IVU.

IVU BATTERICA

La vescica è un organo cavo che contiene l’urina fino a quando non viene espulsa.
L’infezione delle vie urinarie è detta anche cistite.

  • Sono più comuni nelle donne e più rare negli uomini.
  • Le infezioni vescicali inducono lo stimolo a urinare più spesso del normale e, talvolta, causano dolore o bruciore all’atto della minzione.
  • Di solito, il medico diagnostica un’infezione vescicale mediante l’analisi delle urine.

ORGANI INTERESSATI

infezione delle vie urinarie

SINTOMI

  • Il bisogno frequente di urinare, anche di notte
  • Una sensazione di bruciore o dolore quando si urina
  • Dolore al basso ventre e, a volte, nella parte bassa della schiena
  • Urine torbide e, a volte, sangue nelle urine
  • Raramente febbre

Talvolta, in soggetti anziani, le IVU sono asintomatiche.

PREVENZIONE

La temuta cistite può colpire durante il cambio di stagione a causa dell’abbassamento delle difese immunitarie.

Le persone, in particolare, che hanno la tendenza a contrarre infezioni vescicali dovrebbero:

  • bere molto e spesso, il consumo di acqua aiuta a prevenire l’insorgenza della cistite, evitando che l’urina ristagni per lungo tempo all’interno della vescica;
  • evitare di trattenere troppo a lungo la pipì, poiché la rarefazione delle minzioni agevolerebbe la moltiplicazione batterica;
  • seguire una dieta sana ed equilibrata, concedersi saltuariamente delle pause rigeneranti e praticare regolare esercizio fisico;
    tali norme comportamentali sono importantissime per garantire l’ottimale efficienza del sistema immunitario;
  • evitare l’utilizzo in comune di asciugamani e biancheria intima, a casa, in albergo, o in qualsiasi altra condizione;
  • evitare di stare a lungo con il costume da bagno umido;
  • non indossare pantaloni, biancheria intima o altri indumenti troppo stretti;
  • meglio scegliere il cotone che rispetto alle fibre sintetiche garantisce una miglior traspirazione.
No Comments

Post A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi